Swipe to the right

​Vini da “Vendemmia Tardiva”: che cosa sono?

By Luca Stroppa 15 maggio 2020 722 Views

Vini da Vendemmia Tardiva: che cosa sono?

“Vendemmia Tardiva” è la menzione ufficiale utilizzata per indicare quei vini ottenuti da grappoli lasciati invecchiare sulla pianta e vendemmiati “tardivamente”, dopo la loro maturazione fisiologica. Si tratta di una pratica, di origine francese, che sta prendendo piede anche nel nostro Paese, volta alla produzione di vini più dolci, concentrati, meno acidi e dai sapori più intensi.

In questo articolo ti sveleremo i segreti di questa tecnica e approfondiremo le caratteristiche dei vini che si ricavano.

Alle origini della “Vendemmia Tardiva”

La pratica della “Vendange tardive” nasce in Francia, in una delle più prestigiose regioni vitivinicole del mondo, ovvero l’Alsazia. Leggenda narra che un vignaiolo distratto, invece di raccogliere le uve una volta mature, le lasciò per diverso tempo sulla pianta, dove appassirono. Accortosi della dimenticanza, il vignaiolo decise ugualmente di vinificare e scoprì un vino dai caratteri particolari, nello specifico dotato di una spiccata dolcezza e aromaticità.

Quella pratica casuale diventò presto una vera e propria tecnica, codificata dai viticoltori alsaziani e introdotta legalmente nel 1984, quando la legislazione francese riconobbe ufficialmente la menzione “Vendage Tardive”.

Questa tecnica di vinificazione è stata introdotta solo da poco in Italia, con la denominazione “vino da uve stramature” o con la menzione “vino da Vendemmia Tardiva”.

Che cos’è una “Vendemmia Tardiva”

Concretamente la “Vendemmia Tardiva” prevede la raccolta di “uve surmature” o “stramature”, lasciate maturare e invecchiare più a lungo sulla pianta. Allungando i tempi di maturazione si innesca il processo di appassimento, con la conseguente disidratazione delle bacche e l’aumento della concentrazione zuccherina. Nella “vendemmia tardiva” tutto questo processo avviene con il grappolo ancora unito alla pianta.

Quest’ultimo aspetto è di fondamentale importanza ed è ciò che più caratterizza e distingue una “Vendemmia Tardiva” dalla stragrande maggioranza dei vini passiti, le cui uve, invece, vengono fatte appassire in appositi locali o ambienti artificiali, o ancora al sole, su reti e graticci, ma non direttamente sulla pianta.

Una differenza tutt’altro che banale perché le conseguenze sull’acino di uve e sui vini che si ricavano, a seconda della tipologia di appassimento, sono importanti.

Facendo appassire l’acino su pianta, quest’ultimo continuerà a ricevere sostanze nutrienti dalla pianta stessa. Al contrario, se l’acino non appassisce su pianta questo ulteriore contributo non potrà esserci. Nel primo caso, dunque, mentre diminuisce la quantità di acqua presente nell’acino, aumenta la quantità di zuccheri. Nel secondo caso, mentre la quantità di acqua diminuisce, quella di zuccheri sarà sostanzialmente la stessa, o comunque aumenterà in maniera meno considerevole, perché manca il contributo naturale della pianta.

Ma lo scopo di tale procedimento è quello di elevare, non solo contenuto e concentrazione zuccherina, ma anche altri composti e sostanze come acidi organici, sali minerali e profumi.

ATTENZIONE! Tutto questo non significa che una tecnica sia necessariamente migliore dell’altra, ma, piuttosto, rivela la precisa volontà di produrre vini con caratteristiche diverse.

Caratteristiche dei vini da “Vendemmia Tardiva”

Le caratteristiche delle uve “surmature” e appassite sulla pianta rendono quelli da “Vendemmia Tardiva” dei vini dolci, ma di una dolcezza mai stucchevole o fastidiosa, grazie alla presenza di lievi note acide con una funzione “equilibratrice”. I sapori di questi vini sono ampi, ricchi, intensi e persistenti. Al palato risultano morbidi, lievemente cremosi e assolutamente gradevoli, meno forti dei passiti tradizionali.

I vini da "Vendemmia Tardiva" sono consigliabili per il dessert, con dolci di buona struttura, con la pasticceria secca, con la frutta secca e con il cioccolato; ma sono perfetti anche con formaggi stagionati o erborinati, come il gorgonzola, e vanno a nozze con il foie grass.

Insomma, una tipologia di vini assolutamente da provare. Ti basterà acquistarli dalla tua enoteca online di fiducia. Noi di Wineshop.it abbiamo selezionato per te due grandissimi vini da “Vendemmia Tardiva”, in esclusiva e a prezzo cantina, che sapranno sorprenderti: il Gewürztraminer Spätlese Vendemmia Tardiva Hofstätter e il Vendemmia Tardiva Sito dei Fossili Bric Cenciurio.

Non ti resta altro che arricchire la tua cantina e fare nuove conoscenze!

Posted in: Cultura del vino
  Loading...