Swipe to the right

​Come Servire e Versare il Vino

By Luca Stroppa 22 marzo 2019

Come Servire e Versare il Vino

Immagina di aver organizzato una cena tra amanti del vino e delle buone maniere. Hai preparato attentamente la tavola disponendo posate, bicchieri e piatti nella posizione corretta, quella suggerita dal Galateo. Ma come ti devi comportare con il vino e con le bottiglie che intendi servire? Un servizio goffo e malaccorto ti costerà una brutta figura con il resto dei commensali. Del resto, una bevanda a noi così cara deve essere servita con le dovute modalità. È un segno di rispetto nei confronti delle sue qualità e del suo valore, oltre che nei confronti degli ospiti. Ecco allora alcuni pratici consigli.

Sinistra…

Prendi la bottiglia di vino che intendi servire dalla cantina o dal frigorifero. Considera che se vuoi portare a tavola più bottiglie, a seconda della portata, queste andrebbero appoggiate su un tavolo a parte, ben visibile, in ordine di servizio, in modo tale che i commensali possano farsi un’idea di ciò che andranno a gustare.

In ogni caso, ogni volta che porti a tavola una bottiglia di vino è buon costume presentarla agli ospiti. Tienila in posizione verticale ed enunciane nome, produttore e annata. Se i commensali sono degli esperti e tu ti senti particolarmente preparato puoi anche informarli sul vitigno, sulla gradazione, sulle modalità di produzione… Puoi fornire anche qualche anticipazione sulle sue caratteristiche organolettiche ma non entrare troppo nello specifico: sorseggiare del vino deve essere una scoperta ed un’esperienza individuale. Secondo il Galateo, questa operazione di presentazione preliminare va eseguita alla sinistra dell’ospite.

e poi Destra

Spostati poi alla destra del commensale per versare il vino. In altre parole, a sinistra per presentare la bottiglia e a destra per versare il vino.

Attenzione, procurati un panno bianco da appoggiare sull’avambraccio. Ti tornerà molto utile nel caso di bottiglie di vino bianco fresche o conservate in un secchiello per evitare che gocciolino sulla tovaglia. Il panno servirà appunto per asciugare la bottiglia. Mi raccomando, con il bianco è obbligatorio, mentre con il vino rosso se ne può fare a meno, anche se fa il suo effetto e può tornare sempre utile.

L’Impugnatura Perfetta

Una volta che ti sei posizionato alla destra dell’ospite che intendi servire fai attenzione al modo in cui impugni la bottiglia. Avrai sicuramente visto molti sommelier o esperti camerieri mantenere la bottiglia dalla base: si tratta dell’impugnatura ideale ma di non facile attuazione, richiede infatti una specifica tecnica e molto allenamento.

Anche il Galateo lo sa, tanto da prevedere una più comoda alternativa. È infatti possibile fare bella figura e rispettare il buon costume anche evitando di ricorrere alla sofisticata impugnatura del sommelier. Basta tenere la bottiglia nel mezzo, anche con entrambe le mani se necessario, per avere sotto controllo il flusso di vino.

Assolutamente vietato e sgradevole prendere la bottiglia per il collo o invitare l’ospite ad avvicinare il bicchiere per riempirlo. Quest’ultimo va tenuto rigorosamente sul tavolo, sarà la bottiglia ad avvicinarsi, a circa 10 cm dall’orlo, senza comunque mai entrare in contatto con il bicchiere stesso, proprio per evitare il fastidioso rumore provocato dal loro scontro.

No alle gocce

Ti sarà sicuramente capitato di macchiare la tovaglia con quella insopportabile goccia di vino rosso. Ecco, per il Galateo è altrettanto insopportabile, anzi proprio inaccettabile, per cui ti suggerisce due possibilità per evitare questo inconveniente:

1. Prima di finire di versare il vino nel bicchiere e prima di sollevare la bottiglia ruotala sul suo asse. Un complicato principio fisico impedirà alle gocce di vino di sporcare la tovaglia.

2. Utilizza il panno che hai sull’avambraccio per proteggere la tovaglia, disponendolo sotto la bottiglia. Il movimento rotatorio è comunque consigliato anche in questo caso.

Prima le Signore

Da chi cominciare a versare il vino? Prima le Signore, ovviamente. Dalla signora più in là con l’età alla ragazza più giovane, infine i signori.

Se non sai l’età esatta dei commensali, il Galateo ha pensato ad un’altra soluzione che non farà arrabbiare nessuno: procedi semplicemente in senso orario.

Gli ospiti apprezzeranno la tua diligenza.

Posted in: Consigli sul vino
  Loading...