Swipe to the right

Abbinamento Vino e Asparagi Bianchi con Uova di Quaglia

By Luca Stroppa 24 aprile 2019

Abbinamento Vino e Asparagi Bianchi con Uova di Quaglia

Tra i vigneti dell’Italia Nord Orientale capita spesso di imbattersi nelle “asparagiaie”, ovvero quei terreni dedicati alla coltivazione degli asparagi. Asparagi e Vite: un connubio inaspettato, ma benefico ed indispensabile per la buona maturazione delle uve da cui poi si può ricavare il vino. Ecco allora che noi di Wineshop.it abbiamo deciso di cucinare il piatto tradizionale dei coltivatori di vite di questa zona d’Italia, asparagi bianchi con uova di quaglia accompagnati dal frutto del loro lavoro: un buon bicchiere di vino bianco.

Storia e Curiosità sugli Asparagi Bianchi e le Uova di Quaglia

I terreni coltivati ad asparagi furono utilizzati fin dall’antichità come strumento per permettere un migliore sviluppo della vite. I Romani, ad esempio, inserivano le asparagiaie tra un filare e l’altro perché avevano scoperto la loro capacità di assorbire l’umidità presente nel terreno e nel vigneto, favorendo la corretta maturazione dell’uva. Questa tecnica, un tempo assai diffusa, viene utilizzata anche oggi ma con meno frequenza.

Gli asparagi prodotti, oltre ad avere effetti benefici sulle uve, venivano consumati assiduamente dai viticoltori, tanto da essere identificati come il classico cibo di questi lavoratori.

Stando alla leggenda fu proprio un viticoltore veneto a scoprire, nel XIV secolo, ovviamente in un vigneto, la variante bianca degli asparagi: nel corso di una potente grandinata, la parte apicale degli asparagi, quella al di fuori del terreno, andò completamente distrutta, tanto da indurre il viticoltore a cibarsi della parte bianca, non danneggiata dalla grandinata perché cresciuta sotto terra. Il nostro eroe scoprì che quella parte dell’asparago non solo era commestibile, ma anche decisamente più dolce della parte verde. Da quel momento in poi, l’asparago bianco fece la sua comparsa sulle tavole dei viticoltori veneti.

Non a caso il più famoso asparago bianco è quello di Cimadolmo, in provincia di Treviso: il primo ad aver ottenuto il marchio IGP, Indicazione Geografica Protetta, perché la sua qualità e la sua prelibatezza sono da attribuire a tale origine geografica, e alla presenza di terreni che impediscono alla punta della pianta di emergere ed esporsi ai raggi solari.

Questo tipo di asparagi si abbinano alla perfezione alle uova, in particolare a quelle di quaglia. Meno conosciute e utilizzate rispetto a quelle di gallina, le uova di quaglia hanno notevoli proprietà nutrizionali e benefiche. Contengono ad esempio meno colesterolo e sono più leggere e facilmente digeribili. In Giappone sono estremamente diffuse, in Italia, invece, il loro consumo deve ancora prendere piede.

Come e Quando gli Asparagi Bianchi e le Uova di Quaglia

Gli asparagi bianchi, prima di essere mangiati, devono essere puliti: va infatti eliminata la loro parte inferiore piuttosto dura, vanno poi bolliti e pelati. Anche le uova di quaglia vanno pulite, risciacquate in acqua bollente per eliminare eventuali batteri, liberate dal guscio, operazione piuttosto difficile perché molto duro e resistente e, infine, cotte in padella.

Gli asparagi saranno la base del nostro piatto a cui poi vanno aggiunte le uova, magari con un po’ di pepe, olio e prezzemolo. Ecco dunque servito il piatto del viticoltore, piatto unico o seconda portata di un pasto completo.

Vino e Asparagi Bianchi con Uova di Quaglia

L’abbinamento vino e asparagi è sicuramente complicato e uno dei più discussi e controversi a causa dell’accentuato sapore amarognolo tipico di queste piante. La variante bianca consente comunque una più facile associazione con il vino, dato il suo carattere meno amaro e più dolce.

Optiamo dunque per un bianco aromatico, dall’ampio bouquet di sapori, corposo e persistente, un bianco profumato, fresco che ben si adatta anche all’altro ingrediente del nostro piatto, ovvero le uova. Scegliamo un bianco di Custoza, non a caso veneto…

  Loading...