Swipe to the right

​I vini da bere con la colomba di Pasqua

By Luca Stroppa 02 aprile 2020 519 Views


I vini da bere con la colomba di Pasqua

La colomba è uno dei simboli della solennità pasquale, reinterpretata e riprodotta in ambito culinario per dare vita ad un dolce di pasta lievitata morbido e profumato che è diventato uno dei pilastri dei nostri pasti consumati in questa ricorrenza.

Un dolce così importante e tipico merita grande rispetto e un’attenta selezione del vino da abbinarci. Per questo Wineshop.it ha deciso di darti qualche consiglio per concludere al meglio il tuo pranzo di Pasqua.

La colomba di Pasqua: storia, curiosità e simbologia

Insieme all’uovo e all’agnello, la colomba è il principale simbolo della Pasqua. Come spesso accade il valore simbolico di un animale è strettamente legato ad alcune sue particolari caratteristiche. Nel caso della colomba dobbiamo ricordarne almeno tre:

1 – la colomba è un uccello capace di produrre il proprio latte che viene utilizzato per alimentare i piccoli appena nati.

2 – la colomba quando sta per dare alla luce le sue piccole creature digiuna per un certo periodo in modo tale da produrre un latte il più puro possibile.

3 – in alcuni suoi esemplari la colomba mostra un mantello bianco candido.

Per queste caratteristiche la colomba è stata associata a diversi simboli: maternità, sacrificio, amore, pace e purezza. In moltissime culture orientali è simbolo di pietà e sacrificio materno. Presso gli antichi Greci e Romani è il simbolo dell’amore tanto che spesso questi animali venivano rappresentati insieme ad Afrodite e Venere.

Nella tradizione cristiana è simbolo di pace e di salvezza, oltre ad essere interpretata come un messaggero di speranza. Nel racconto biblico del Diluvio Universale si narra che Noè liberò in volo una colomba bianca che fece presto ritorno con un ramoscello d’ulivo nel becco per indicare che il diluvio era terminato e che la riconciliazione con Dio era avvenuta. Tale simbologia è associata anche alla Pasqua in cui si celebra la resurrezione di Cristo, un evento che porta pace, salvezza e serenità.

Tutte queste accezioni si sono conservate fino ai giorni nostri e come spesso accade alcuni dei più importanti simboli della nostra tradizione sono stati reinterpretati in cucina. E la colomba non fa eccezione …

Negli anni Trenta del Novecento, una delle più importanti aziende del settore dolciario italiano, specializzata nella produzione di panettoni, ebbe l’intuizione vincente: produrre un dolce semplice, simile al panettone, in termini di ingredienti base e macchinari necessari per la realizzazione, capace di rappresentare al meglio la Pasqua. Come forma i pasticceri dell’azienda, supportati da esperti artisti pubblicitari, scelsero quella della colomba e come principale caratteristica optarono per la morbidezza proprio per ricordare la tenerezza e la delicatezza materna di questo animale e la purezza della solennità pasquale.

Più di un semplice dolce dunque: l’emblema culinario della Pasqua!

La colomba di Pasqua: caratteristiche e vini da abbinarci

La ricetta originaria della colomba di Pasqua era a base di farina, uovo, zucchero, arancia candita e mandorle. Oggi esistono molteplici varietà di questo dolce con tantissimi altri possibili ingredienti ma in linea generale morbidezza e aromaticità sono i suoi tratti distintivi.

La scelta del vino da abbinare alla colomba dovrà tenere conto di queste sue caratteristiche. L’identikit della bottiglie ideale da stappare prevede: aromaticità e sapori fruttati, buona freschezza, media struttura, delicatezza e dolcezza. Già perché in questo caso l’abbinamento deve privilegiare il principio di concordanza: i delicati sapori dolci della colomba, anche se arricchiti da quelli più intensi dei frutti canditi, non sono mai troppo marcati, quindi non necessitano di essere ammorbiditi e smorzati da un vino secco, ma al contrario vanno sorretti ed esaltati da un vino delicatamente dolce. Si creerà in questo modo un equilibrio vincente tra i due prodotti.

Se hai dubbi o non sai quale bottiglia portare in tavola in un’occasione così speciale la tua enoteca online preferita ti viene in aiuto. Noi di Wineshop.it abbiamo attentamente selezionato tre etichette che sono perfette con questo dolce e che ti permetteranno di concludere il tuo pranzo pasquale nel migliore dei modi. Perché ricorda che l’ultimo bicchiere servito è importantissimo: i tuoi ospiti e commensali lo ricorderanno più facilmente dei precedenti …

1. Asti Spumante Marenco

Asti Spumante Marenco

Dolcezza, leggerezza, eleganza, finezza, profumi dolci e fruttati, caratteristici delle uve Moscato da cui si ricava, ed aromaticità sono i tratti distintivi dell’Asti Spumante Marenco. Caratteristiche che lo rendono particolarmente indicato e consigliato per la tua colomba di Pasqua, soprattutto per quelle in versione classica e light senza troppi canditi e senza glasse ultradolci. La pasta soffice del dolce va infatti a nozze con la fine persistenza di questo vino, rendendo il connubio gradevolissimo.

2. Fior d’Arancio Passito Cà Lustra

Fior d’Arancio Passito Cà Lustra

Se invece porti in tavola una di quelle colombe ricche di frutta candita o frutta secca e ricoperte da una gustosa glassa dolce devi necessariamente puntare su un vino sempre dolce ma più strutturato e con profumi che sappiano reggere il confronto con quelli degli ingredienti della colomba. La vigoria del Fior d'Arancio Passito Cà Lustra, ricavato da uve Moscato Fior d’Arancio, è la scelta migliore che tu possa fare. Si tratta di un vino passito di media struttura, in cui la buona gradazione alcolica non prevale sul gusto, ma al contrario esalta i suoi aromi, in particolare quelli di frutta secca. Mai stucchevole, solare e pulito: è il vino da comprare online per una colomba ricca di gusto.

3. Moscato Rosa Letrari

Moscato Rosa Letrari

Se punti a stupire i tuoi commensali, vuoi lasciarli a bocca aperta e la tua colomba magari è ricoperta da gocce di cioccolato o contiene della crema allora il vino che ti presentiamo è quello che fa per te. Si tratta di un vino dolce da dessert di rarissima produzione e prodotto in quantità limitate a partire da Uve Moscato in cui spiccano l’inconfondibile sapore di rosa ed intensi profumi di frutta rossa. Gradevole, amabile, caldo, sostenuto da una buona alcolicità e morbido al palato. Con il Moscato Rosa Letrari il tuo fine pasto pasquale sarà una piacevole sorpresa.

  Loading...