Swipe to the right

Bicchieri da Vino

By Luca Stroppa 21 novembre 2018

Bicchieri da Vino

Se vuoi gustarti a pieno il tuo vino preferito ricorda di utilizzare un bicchiere adatto, in grado di esaltare i suoi sapori e le sue molteplici sfumature. Quest’aspetto non viene spesso considerato dagli amanti della bevanda di Bacco ma, in realtà, andrebbe valutato con cura. Del resto, la geometria e le caratteristiche del bicchiere influenzano la nostra percezione del vino e le sue caratteristiche sensoriali. In altre parole, ad ogni vino associate il suo bicchiere.

Caratteristiche dei Bicchieri da Vino

In linea generale possiamo dire che un bicchiere da vino deve avere quattro caratteristiche fisiche di base, in grado di garantire al bevitore un’esperienza unica, reale e il più possibile naturale.

La prima caratteristica che un bicchiere da vino deve possedere è la trasparenza. Un bicchiere trasparente ci permette di analizzare senza distorsioni il colore della bevanda, uno degli elementi chiave di ogni degustazione.

Altra caratteristica, strettamente legata alla prima, è la sottigliezza. Un bicchiere sottile, non spesso, ci garantisce una percezione reale del vino, che, dunque, ci appare alla vista “così com’è”.

Terza caratteristica è la presenza dello stelo che, a sostegno della coppa, impedisce che la temperatura del vino possa subire improvvisi sbalzi che potrebbero alterare irrimediabilmente i suoi sapori e i suoi profumi. Per evitare questo inconveniente, il bicchiere di vino va tenuto proprio per lo stelo, la parte non a contatto con il vino, e non per la coppa, la parte a contatto con la bevanda.

Ultima caratteristica di base è la capienza. Un bicchiere deve avere una capienza sufficiente per contenere il giusto quantitativo di vino. Ricordate che il bicchiere non va completamente riempito perché questo impedisce al vino di liberare i suoi profumi che altrimenti rimarrebbero imprigionati nel bicchiere.

Tipologie di Bicchieri da Vino

A seconda del vino che andremo a gustare esistono bicchieri specifici capaci di valorizzarlo. Tutti questi bicchieri presentano le caratteristiche base sopra ricordate, anche se ogni tipologia presenta delle piccole ma importanti variazioni a seconda del tipo di bevanda che può ospitare.

Bicchiere da Rosso

Bicchiere da Rosso

Il bicchiere da rosso è un calice piuttosto capiente che si restringe leggermente verso l’alto. Questa particolare forma permette di esaltare i sapori di vini rossi corposi e dai sapori intensi che hanno bisogno di spazio per liberare tutti i loro profumi, da qui la forma panciuta iniziale; mentre il restringimento finale consente di concentrare e godere a pieno dei profumi liberati nella parte iniziale del bicchiere. La forma ampia del bicchiere permette inoltre al vino di continuare o esaurire il suo processo di ossigenazione.

Bicchiere da Bianco

Bicchiere da Bianco

Il bicchiere da bianco è solitamente meno panciuto e capiente, con uno stelo più lungo e sottile e un’imboccatura meno pronunciata di quello da rosso per evitare di riscaldare il contenuto, assolutamente deleterio per i bianchi, e per evitare di disperdere i suoi profumi piuttosto delicati che, grazie al leggero restringimento finale, possono essere concentrati e gustati al meglio.

Bicchiere da Rosato

Bicchiere da Rosato

Il bicchiere da rosato ha una forma inizialmente panciuta, ristretta nella zona intermedia, come i vini bianchi, ma con una nuova, leggera apertura nella parte finale. Questa sua particolare conformazione permette di raccogliere il bouquet di profumi che caratterizza questi vini per poi liberarli all’olfatto e al gusto nella parte finale. L’aromaticità e la vivacità dei rosati viene così esaltata.

Bicchiere da Passito

Bicchiere da Passito

Il bicchiere da passito ha una struttura piuttosto particolare, stretta nella parte iniziale, aperta in quella centrale e con un nuovo restringimento in quella finale: ciò permette di concentrare i profumi nella parte intermedia del bicchiere per poi sprigionarli in quella finale. La forma di questo bicchiere è pensata proprio per esaltare la componente dolce e acida di questi vini.

Bicchiere da Spumante/Champagne

Bicchiere da Spumante/Champagne

Il bicchiere da spumante e champagne è un bicchiere dalla forma più allungata e meno panciuta rispetto ai bicchieri utilizzati per altri vini. In questo modo si vuole conservare il perlage e le bollicine tipiche dei vini frizzanti. Lo stelo è, inoltre, più accentuato per evitare di riscaldare il contenuto. Questa tipologia di bicchiere sta lentamente sostituendo il classico “flute”, un bicchiere dalla forma particolarmente allungata, e l’ormai tramontata “coppa”.

Bicchiere per degustazione alla cieca

Bicchiere per degustazione alla cieca

Chiudiamo con un bicchiere curioso, quello utilizzato dagli esperti per le degustazioni alla cieca, ovvero quelle degustazioni in cui i sensi coinvolti nel riconoscimento e nella valutazione del vino sono l’olfatto e il gusto ma non la vista, perché il bicchiere, di colore nero, è pensato appositamente per ingannare i nostri occhi. Un bicchiere solo per veri e sensibili intenditori.

Posted in: Consigli sul vino
  Loading...