Swipe to the right

​Abbinamento Vino e Vitello Tonnato

By Luca Stroppa 03 luglio 2018 256 Views No comments

Abbinamento Vino e Vitello Tonnato

Ma quale “vitel tonné”!, vitello tonnato diranno i patrioti culinari del nostro Paese e lo diranno a ragione, perché il vitello tonnato, spesso nominato nella sua variante francese, è un piatto tipico italiano, uno di quei piatti che la tradizione ha tramandato di generazione in generazione.

Ma soprattutto è un piatto tipico di questa stagione, un piatto estivo, fresco, veloce e rapido da preparare, perfetto per chi ama la carne ma non vuole rinunciare ai sapori del pesce.

Vitel tonné o vitello tonnato?

Il vitello tonnato è un piatto piemontese del ‘700, un piatto del popolo, cucinato con ciò che restava della carne di vitello consumata il giorno prima. È dunque uno di quei piatti ispirati al “non buttare via nulla”.

Pare che l’espressione francese “vitel tonné” fosse usata a quei tempi per cercare di dare lustro al piatto, sfruttando la celebre eleganza della lingua francese.

In ogni caso, le due denominazioni, “vitel tonné” e “vitello tonnato”, coesistevano e venivano usate indistintamente per riferirsi allo stesso piatto se non altro perché, nel Piemonte dei Savoia, italiano e francese erano entrambe lingue ufficiali di Stato per cui erano legittimamente utilizzate dal popolo.

Quali ingredienti del vitello tonnato?

Curiosa è l’evoluzione del piatto e degli ingredienti utilizzati.

La ricetta originaria non prevedeva infatti l’utilizzo di tonno e maionese ma solo di capperi e acciughe, queste ultime particolarmente diffuse nel Ducato di Savoia, dove venivano vendute a prezzi accessibili a tutti.

Solo successivamente, alla fine del XIX secolo, il tonno fece la sua comparsa nella salsa che caratterizza il piatto. Si dovrà poi aspettare il secolo successivo per veder aggiunta la maionese.

Se è dimostrato che il tonno non faceva parte degli ingredienti originari del piatto, allora è misteriosa l’origine del nome: secondo alcuni studiosi, l’ipotesi più probabile è che l’attributo “tonnato” si riferissse al fatto che il “vitello” venisse cucinato come il tonno e non al fatto che il tonno stesso fosse un elemento chiave della salsa.

Quando il vitello tonnato?

Il vitello tonnato è un piatto freddo che si può gustare in diverse occasioni: come antipasto; come secondo piatto di un pranzo o di una cena; o addirittura come pasto completo, ad esempio nella pausa lavorativa, ma anche in spiaggia; o ancora come piatto rapido e leggero di un picnic.

Con che vino il vitello tonnato?

Essendo un mix di carne e pesce, l’abbinamento tra vitello tonnato e vino non è dei più semplici, ma di certo non impossibile.

Bisogna infatti affidarsi ad un vino che sappia accompagnare la carne senza però sovrastare il sapore del pesce, un vino strutturato ma allo stesso tempo equilibrato, un vino bianco dalla gradazione alcolica importante, un vino come uno Chardonnay Riserva.


Puoi lasciare un commento cliccando su "leave a comment", il tuo commento verrà pubblicato previa approvazione, cliccando su “Invia” acconsenti alla nostra Privacy Policy.


  Loading...