Swipe to the right

Abbinamento Vino e Risotto ai Frutti di Mare

By Luca Stroppa 14 giugno 2019

Abbinamento Vino e Risotto ai Frutti di Mare

La cucina mediterranea è ricca di gustose prelibatezze. Tra queste rientra, senza dubbio, il risotto ai frutti di mare o risotto alla pescatora. Un piatto tutto italiano, cucinato ormai in ogni regione della nostra Penisola, in particolare nelle magnifiche località di mare nostrane. Noi di Wineshop.it abbiamo deciso di prepararlo per il nostro pranzo all’aperto, colpiti da una leggera brezza marina, con un buon bicchiere di bianco ad accompagnarlo …

Storia e Curiosità sul Risotto ai Frutti di Mare

Il risotto ai frutti di mare ha origini difficilmente databili, ma sicuramente successive al XIV secolo, quando la casa regnante degli Aragonesi introdusse nel Regno di Napoli una pianta diffusa da tempo in Spagna, ovvero il riso da cui si ricava l’omonimo alimento. Ed è proprio a Napoli che il riso fu utilizzato, per la prima volta nel nostro Paese, per scopi alimentari, diventando presto un piatto apprezzato in tutta la città.

Secondo molti, l’invenzione del risotto ai frutti di mare avvenne sempre a Napoli ad opera dei pescatori locali che, all’alimento introdotto dagli Aragonesi, aggiunsero il pesce da loro pescato quotidianamente. Da qui l’espressione “risotto alla pescatora” con cui questo piatto è anche conosciuto. In realtà, la sua origine è tutt’altro che certa e altre regioni come Puglia e Toscana ne rivendicano la paternità.

Di certo l’evoluzione delle modalità di preparazione del riso diedero un impulso decisivo all’affermazione di questo piatto. Nel nostro Paese, in Lombardia nello specifico, fu introdotta una nuova tipologia di cottura del riso chiamata “cottura a risotto”, particolarmente adatta per un piatto con una componente di pesce preponderante. La caratteristica principale della “cottura a risotto” è il composto cremoso e compatto che viene generato dalla tostatura del riso con una sostanza grassa, olio o burro solitamente, e dall’aggiunta progressiva di una sostanza liquida, ovvero il brodo. Per questo si parla di “risotto alla pescatora” e non di “riso alla pescatora”: il riso, infatti, è la materia prima del risotto, o, al limite, una modalità di cottura che prevede la semplice immersione in acqua bollente.

Quando e Come il Risotto ai Frutti di Mare

L’espressione "risotto ai frutti di mare" è più recente rispetto a quella "risotto alla pescatora". Con “frutti di mare” s’intende un insieme di alimenti di origine animale come i molluschi e i crostacei, chiamati così perché si raccolgono attraverso modalità simili alla raccolta della frutta piuttosto che attraverso la pesca tradizionale.

Tra i molluschi, noi di Wineshop.it abbiamo scelto cozze, vongole e calamari, tra i crostacei, invece, i gamberi. Li abbiamo puliti e li abbiamo cotti, poi ci siamo occupati del riso. Cipolla, olio, aglio, del vino bianco e abbiamo tostato la nostra materia prima. A cottura del riso quasi ultimata abbiamo aggiunto progressivamente i nostri pesci e abbiamo salato il tutto. Un tocco di prezzemolo e il “risotto alla pescatora” è pronto in tavola per il nostro super pranzo in riva al mare.

Vino e Risotto ai Frutti di Mare

Il risotto ai frutti di mare è un piatto molto saporito, dai gusti raffinati ed intensi. Per esaltare il condimento di pesce del risotto è necessario abbinare la nostra portata ad un vino bianco fresco e giovane, ma allo stesso tempo persistente e dalla buona personalità e struttura. Noi di Wineshop.it abbiamo puntato su un vino del mare, che ha bisogno di un clima marino per esprimere al meglio i suoi sapori. Abbiamo scelto un Vermentino, fresco, consistente e dal notevole bouquet di eleganti profumi floreali e fruttati capaci di accompagnare, senza sovrastare, quelli dei nostri frutti di mare.

  Loading...