Swipe to the right

Abbinamento Vino e Polpette

By Luca Stroppa 21 agosto 2019

Abbinamento Vino e Polpette

Le polpette sono un impasto, nella maggior parte dei casi di carne, dalla caratteristica forma rotondeggiante, molto apprezzate dai più piccoli. Del resto, anche noi siamo cresciuti con le deliziose polpette della nonna, un vero e proprio must dei pranzi postscolastici. Noi di Wineshop.it abbiamo deciso di rispettare questa tradizione e le abbiamo preparate per i nostri figli e per le nostre figlie. Noi adulti ci siamo concessi un buon bicchiere di rosso per accompagnarle.

Storia e Curiosità sulle Polpette

Le polpette sono un piatto dalle lontane origini, sia temporali che geografiche. Le prime testimonianze di preparazioni simili risalgono infatti al 700 a.C. in Persia, dove erano cucinati impasti di carne chiamati “kofta”, letteralmente "carne pestata". L’invasione araba della Persia determinò la diffusione di questo piatto tra la popolazione occupante, che a sua volta favorì il suo arrivo in Europa, direttamente dalla Spagna, dove l’esercito arabo era approdato per conquistare la penisola iberica.

Dalla Spagna, le polpette cominciarono ad apparire in diversi Paesi Europei, soprattutto quelli dell’area centro occidentale. Tra questi l’Italia. Nella nostra Penisola questa nuova preparazione ebbe un notevole successo, per un semplice motivo. Oltre ad essere gustose, le polpette rappresentavano un valido esempio di piatto povero, da poter cucinare con gli avanzi dei pranzi o delle cene precedenti. Ed è proprio come piatto povero che si affermò in tutta Italia. Il nome “polpetta” altro non è che il vezzeggiativo del termine “polpa”, con cui ci si riferiva alla carne di vitello, privilegiata nelle prime preparazioni del piatto.

Attenzione, una precisazione è d’obbligo. Le polpette arrivarono in Italia come carne tritata e ricoperta di carne bianca cotta al forno. Nella nostra Penisola furono reinterpretate solo nel corso del Seicento, quando gli avanzi o i pezzi di carne cominciarono ad essere tritati insieme senza essere avvolti in altre fette di carne. Ne è testimonianza un famoso modo di dire che, secondo i linguisti, si diffuse proprio in questo periodo: “fare qualcuno a polpette”, ovvero “tritare, schiacciare metaforicamente qualcuno”, “vincere o stravincere”.

Il successo, la diffusione e la popolarità di questo piatto sono confermate anche dalle parole del famoso gastronomo italiano Pellegrino Artusi che, nel suo manuale di cucina “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” del 1891, scrive: “Non crediate che io abbia la pretensione d’insegnarvi a far le polpette. Questo è un piatto che tutti lo sanno fare cominciando dal ciuco, il quale fu forse il primo a darne il modello al genere umano”.

Le polpette continuano ad essere un piatto alla portata di tutti anche se l’idea del riciclo e del riutilizzo degli avanzi di pasti precedenti ha perso piede. Oggi la carne, attentamente scelta e di qualità, si compra con il preciso intento di cucinarle. Non mancano poi varianti a base di verdure e di pesce, curiose varianti regionali e nazionali. Insomma un’evoluzione prevedibile e inarrestabile per un piatto così buono e facilmente cucinabile.

Come e Quando le Polpette

Le polpette, nella sua variante più conosciuta, quella con un impasto di carne, sono un’ottima idea per un pranzo o una cena nutriente e gradita a tutta la famiglia.

Per il nostro impasto abbiamo tagliato a cubetti del pane raffermo, abbiamo aggiunto del prezzemolo e con il mixer abbiamo ottenuto un composto, che poi abbiamo arricchito con pangrattato, provola, Parmigiano grattugiato e carne di manzo macinata. Abbiamo poi aggiunto sale e pepe e abbiamo formato le classiche palline rotondeggianti. In frigorifero per 30 minuti e poi impanate. A questo punto abbiamo fritto l’olio in una padella e, con l’aiuto di una schiumarola, abbiamo immerso qualche polpetta alla volta nell’olio per cuocerle. Quando le polpette hanno assunto una colorazione dorata le abbiamo servite.

Noi le abbiamo accompagnate con dell’insalata fresca e le abbiamo mangiate calde. Una vera delizia!

Con Quale Vino le Polpette

Le polpette di carne sono un piatto dai sapori semplici e non troppo strutturati, elaborati e impegnativi. Vanno dunque abbinate ad un vino rosso di medio-bassa struttura, di non eccessiva corposità, piacevole e di facile beva, capace di accompagnare delicatamente il piatto.

Noi di Wineshop.it abbiamo stappato una bottiglia di Dolcetto d'Alba, un vino perfetto per gli amanti della carne, a tutto pasto e dagli affascinanti ed eleganti sapori fruttati.

  Loading...