Swipe to the right

​Abbinamento Vino e Patatine Fritte

By Luca Stroppa 11 giugno 2019

Abbinamento Vino e Patatine Fritte

È il contorno fritto più amato al mondo, apprezzato e desiderato da tutti, diffuso in ogni angolo del pianeta. Da piccoli ne mangiavamo quantità considerevoli, ora pur controllandoci, non riusciamo a farne a meno. Stiamo parlando delle patatine fritte. Noi di Wineshop.it le cuciniamo spesso per pranzo, accompagnandole con un vino davvero elegante …

Storia e Curiosità sulle Patatine Fritte

Prima di raccontare le rocambolesche vicende della nascita e dell’evoluzione delle patatine fritte è necessaria una precisazione: le patatine fritte a cui ci riferiamo sono quelle tagliate a fette e dalla forma allungata e non quelle tonde e croccanti che si possono trovare nel sacchetto.

La storia delle patatine fritte è curiosa e ricca di affascinanti leggende ed aneddoti, a cominciare dalla diatriba circa la loro nascita e invenzione.

L’introduzione di questo tubero in Europa non è stata agevole, anzi per lungo tempo la coltivazione delle patate è stata vietata in diversi Paesi perché si credeva fossero portatrici di malattie e avessero effetti narcotici. Solo tra il XVIII e il XIX secolo si iniziò ad utilizzarle con frequenza in cucina ed è proprio in questo periodo che si cominciò anche a friggerle. Ma dove ebbe origine questa pratica?

Due Paesi se ne contendono l’invenzione: Belgio e Francia. Secondo i belgi, le patatine fritte sono state inventate a Namur, una città affacciata sulla Mosa, dove i pescatori locali erano soliti friggere il pesce appena pescato dal fiume. Durante gli inverni freddi, quando la Mosa cominciava a ghiacciarsi e la pesca diventava impossibile, il pesce veniva sostituito dalle patate.

Secondo i francesi, invece, le patatine fritte sono state pensate da Antoine Augustin Parmentier, nutrizionista e farmacista dell’esercito francese nel corso della Guerra dei Sette Anni. In questa occasione, Parmentier scoprì le proprietà nutritive di questo tubero, alimentando l’esercito con vari piatti a base di patate. Tra questi, anche le patatine fritte. Una volta tornato in patria, Parmentier si fece promotore di una campagna a favore delle patate e del loro uso in cucina. Le patatine fritte furono la variante più apprezzata, tanto da essere cucinate e vendute già nel corso della Rivoluzione Francese.

Interessante è il nome con cui sono conosciute. Già perché nei Paesi anglosassoni si parla di “French fries”, “patatine francesi”, a sottolineare l’origine d’oltralpe del piatto. In realtà la questione non è definitiva e certa. I belgi infatti sostengono che, durante la Prima Guerra Mondiale, i loro soldati incontrarono quelli americani, offrendogli il “loro” piatto, ovvero le patatine fritte. Particolare di non poco conto, i soldati belgi si esprimevano in francese. Da qui l’espressione “French fries”. Per i francesi ovviamente “nomen omen”, il nome del piatto indica la provenienza …

La querelle Belgio-Francia difficilmente arriverà ad una conclusione. Del resto, si stanno contendendo uno dei piatti più conosciuti e apprezzati sul nostro pianeta.

Come e Quando le Patatine Fritte

Le patatine fritte possono assumere forme diverse a seconda del Paese in cui sono cucinate, così come diverse sono le modalità di frittura e le salse con le quali si accompagnano. In Belgio ad esempio le “frites” sono sottoposte ad una doppia frittura con grasso bovino, capace di garantire croccantezza esterna e morbidezza interna, e sono accompagnate dalla maionese, mentre nei Paesi Bassi da un composto a base di cipolla e burro d’arachidi. Negli Stati Uniti sono ricoperte di formaggio e assumono le forme più disparate, a spirale, a bolla, sottoforma di bocconcini … in Vietnam sono sommerse nel burro e nello zucchero.

Noi di Wineshop.it abbiamo deciso di puntare sulla semplicità, cucinandole secondo i canoni classici diffusi nel nostro Paese. Abbiamo quindi pelato le patate e le abbiamo tagliate a forma di bastoncini più o meno sottili. Le abbiamo poi fritte e asciugate per liberarle dall’olio in eccesso. Un po’ di sale e le patatine fritte sono pronte per essere gustate. Un contorno capace di soddisfare tutti, grandi e piccini.

Vino e Patatine Fritte

Con le patatine abbiniamo delle bollicine. Sì, proprio le bollicine. Non si tratta certo di una festa o di un’occasione speciale, ma le bollicine possono essere servite anche in altre occasioni e con piatti non esclusivamente super eleganti o raffinati. Ad esempio, noi di Wineshop.it solitamente mangiamo le patatine fritte con un Franciacorta. Un vino morbido, piacevole al gusto, fresco, capace sia di pulire il palato dalla grassezza e dall’untuosità delle patatine sia di offrire alla nostra bocca sapori fini ed eleganti.

  Loading...