Swipe to the right

Abbinamento Vino e Pasta al Pesto

By Luca Stroppa 09 gennaio 2019

Abbinamento Vino e Pasta al Pesto

E’ la salsa italiana più famosa al mondo, tanto che la Walt Disney, negli anni ’90, decise di dedicargli un personaggio, Paperin Pestello, che ottenne un più che discreto successo. Una curiosità sì, ma piuttosto indicativa di quanto il pesto sia apprezzato e conosciuto in tutto il mondo. Noi di Wineshop.it abbiamo deciso di cucinarlo con un buon piatto di pasta. E ovviamente il vino non può mancare.

Storia e Curiosità sul Pesto

La ricetta del pesto è piuttosto recente, siamo intorno alla metà del XIX secolo, anche se l’utilizzo di erbe aromatiche per condire il cibo è un’usanza antica. I Persiani, ad esempio, utilizzavano un composto di aglio, noci, erbe e formaggio del Mar Morto per accompagnare i loro pasti. Secondo molti, questa salsa fu l’antenata del pesto, giunta in Italia, in particolare in Liguria e poi rivisitata, grazie ai continui scambi commerciali e culturali tra i Paesi del Mediterraneo. A tal proposito, pare che nelle prime ricette del pesto non fosse previsto l’utilizzo né dell’olio né del basilico e i primi formaggi scelti per arricchire il composto fossero quelli provenienti dall’Olanda, uno dei partner commerciali privilegiati della Repubblica marinara di Genova. Inoltre, sembra che l’aglio fosse utilizzato in grandi quantità perché, all’epoca, era considerata una pianta dalle incredibili proprietà benefiche, una sorta di medicina in grado di alleviare qualsiasi dolore.

La ricetta originale con basilico, olio extravergine di oliva, pinoli, parmigiano, pecorino, aglio e sale viene fatta risalire al gastronomo Giovanni Battista Ratto, nella seconda metà dell’Ottocento, in un volume dedicato ai tradizionali piatti liguri. Dopo secoli di rivisitazioni, il pesto acquisì un’identità chiara e inconfondibile.

Non mancano comunque leggende e affascinanti storie circa la nascita di questa salsa. La più diffusa racconta di un frate del convento di San Basilio a Genova che mescolò, quasi casualmente, l’erba aromatica tipica della zona, ovvero il basilico, con una serie di ingredienti portati in dono dai fedeli, scoprendo il pesto.

Quando e Come il Pesto

Pasta al pesto sempre e comunque. Il nostro piatto è uno di quelli che può andare bene in ogni occasione come prima portata di qualsiasi pasto.

Abbiamo scelto di cucinare la ricetta originale, quella di Giovanni Battista Ratto tanto per capirci, con l’aggiunta di qualche pomodorino per rendere ancor più mediterraneo il piatto. Possiamo anche aggiungere fagioli o patate. Proprio queste ultime facevano parte della ricetta tipica dei primi piatti con il pesto: a Genova, infatti, non tutti potevano permettersi la pasta per cui, soprattutto la popolazione meno abbiente, la sostituiva con le patate, molto più economiche e di facile reperibilità.

Pesto e Vino

Il pesto è una salsa piuttosto corposa e con un certo grado di untuosità. Il vino da abbinare deve dunque sopportare la sua persistenza e i suoi sapori senza sovrastarli. Per questo, per la nostra pasta al pesto scegliamo un vino bianco importante, con un ampio bouquet di profumi eleganti, vellutati e non troppo aggressivi. Scegliamo la freschezza e l’aromaticità del Verdicchio dei Castelli di Jesi.

  Loading...