Swipe to the right

Vino in Poesia: Henley e “Io sono bellezza e amore”​

By Luca Stroppa 28 luglio 2018 43 Views No comments

Vino in Poesia: Henley e “Io sono bellezza e amore”

Bellezza, amore, amicizia, conforto, colui che dimentica, colui che perdona: tutto questo è il vino per William Ernest Henley. Il poeta inglese, dotato di uno straordinario dono della sintesi, in “Io sono bellezza e amore”, racchiude in quattro, brevi ed efficaci versi tutto quello che il vino rappresenta.

Il suo è un canto d’amore, un ringraziamento alla nostra bevanda preferita, che ha avuto il merito di alleviare, almeno parzialmente, le sofferenze che la vita ha riservato allo stesso Henley.

William Ernest Henley

William Ernest Henley è stato un giornalista, editore e poeta inglese della seconda metà del XIX secolo.

Colpito dalla tubercolosi all’età di 12 anni, fu costretto all’amputazione della gamba sinistra. La malattia e le sofferenze ad essa connesse segneranno profondamente la vita e la produzione poetica di Henley.

Ma sono proprio gli anni della degenza e del ricovero in ospedale quelli di maggiore ispirazione poetica, quelli in cui scrive la sua poesia più celebre: “Invictus” (1875), “non vinto”, successivamente adottata da Nelson Mandela come simbolo di resilienza e della lotta all’apartheid e che dà il nome al film “Invictus” del 2009 con Clint Eastwood, Matt Damon e Morgan Freeman.

Tra le poesie scritte in quel periodo compare anche “Io sono bellezza e amore”, una delle poesie più sottovalutate e meno considerate di Henley, ma famosa all'interno dei circoli letterari elitari dell’epoca.


IO SONO BELLEZZA E AMORE

Io sono bellezza e amore;
io sono amicizia, tuo conforto;
io sono colui che dimentica e perdona.
Lo Spirito del Vino.

Io sono bellezza e amore

“Io sono bellezza e amore” è una breve ma intensa poesia con cui il poeta intende sottolineare tutto quello che il vino può rappresentare per l’uomo.

Il vino è inizialmente associato a due dei sentimenti e delle emozioni positive che l’uomo può provare: amore e bellezza. Per Henley il vino è freschezza, vitalità, passione..

Il vino è amicizia, un momento conviviale, il momento conviviale per eccellenza; un momento sociale, di condivisione, di confronto spensierato e allegro.

Per Henley, Il vino è anche conforto nei momenti di difficoltà, è fonte di sollievo e può servire a dimenticare, almeno momentaneamente, le disgrazie e le preoccupazioni della vita.

Proprio per questo il vino, o meglio lo Spirito del Vino, è colui che dimentica e colui che perdona.


Puoi lasciare un commento cliccando su "leave a comment", il tuo commento verrà pubblicato previa approvazione, cliccando su “Invia” acconsenti alla nostra Privacy Policy.

Posted in: Cultura del vino
  Loading...