Swipe to the right

​Le 10 leggi sul vino più strane al mondo

By Luca Stroppa 19 settembre 2019

Le 10 leggi sul vino più strane al mondo

Le leggi, in quanto norme che stabiliscono i principi del comportamento etico e sociale di ogni individuo, sono un aspetto fondamentale e indispensabile per l’intera umanità. Sono connaturate e sono parte della storia dell’uomo, fin dal principio. Anche il mondo del vino, ovviamente, è regolato da una moltitudine di leggi, alcune generali, altre specifiche dei singoli Paesi. Noi di Wineshop.it abbiamo deciso di leggerci tutte quelle che riguardano la nostra bevanda preferita. E ne abbiamo scoperte delle belle. Ecco allora una selezione delle 10 più bizzarre.

1. BYOB - bring your own bottle

Le leggi sulle bevande alcoliche del New Jersey, negli Stati Uniti, sono le più ricche e complesse al mondo. Alcune municipalità, ad esempio, non ammettono la vendita di vino e di altre bevande alcoliche, così come non emettono licenze di vendita al dettaglio a bar e ristoranti. L’unica soluzione possibile per gli amanti del vino, prevista e suggerita dalla legge, è quella bel BYOB “bring your own bottle”, “portare la propria bottiglia”: in altre parole, se vuoi gustarti un bicchiere di vino in un ristorante o in un bar te ne devi occupare tu, comprando il vino in un’altra città e portandotelo nel locale direttamente da casa.

Per le attività che prevedono il BYOB è vietato chiedere il cosiddetto “diritto di tappo”, ovvero una piccola tassa da aggiungere al conto per il servizio, per l’apertura della bottiglia e per l’utilizzo e la pulizia dei bicchieri. Almeno questo!

2. Drink in the USA

La legislazione americana, in alcuni casi, ci offre delle perle davvero inarrivabili. In Alaska e in Ohio puoi rischiare la reclusione per "istigazione allo stato di ebbrezza" se, per caso, ti venisse in mente di offrire un bicchiere di vino o una birra ad un alce o a dei pesci. Bè, del resto questa pratica è piuttosto comune. Chi di noi non ha mai condiviso un buon Chianti italiano con questi animali così socievoli ; )

3. Moglie o Vino?

Le leggi dell’Iowa sono a prova di matrimonio. Alcune norme infatti mettono a dura prova la vita coniugale di tutti i winelover. In questo Stato americano, ad esempio, è vietato andare a letto con la propria moglie se precedentemente hai bevuto più di tre sorsi di una bevanda alcolica. Moglie o vino? A voi la scelta.

4. Il Vino solo nel bicchiere, grazie

In Kansas con il vino non si scherza. Chi intende gustarsi un buon rosso deve essere messo nelle condizioni ideali. La legge vieta a qualsiasi esercizio di servire il vino in contenitori che non siano bicchieri di vetro. In particolare, si rischia una multa e la chiusura dell’attività nel caso in cui il vino venga versato nelle tazze da tè. Ma perché proprio le tazze da tè? Un vero e proprio accanimento.

5. Vogliamo Vivere in Canada

Spostiamoci più a Nord, nel vicino Canada, in particolare nel Saskatchewan, una provincia situata nella parte occidentale del Paese. Potrebbe essere una zona a te sconosciuta ma tra poco sarà il luogo ideale per vivere serenamente la tua vita. Già perché qui, se si beve una bevanda alcolica, sia essa vino o birra, bisogna continuare a berla: è infatti vietato servire un bicchiere d’acqua dopo un boccale di birra o un bicchiere di vino. Ci sembra giusto … Saskatchewan arriviamo.

6. Vino = Tradimento

In Bolivia, il vino, bevuto in eccessive quantità, è considerata la causa principale dei tradimenti e della fine dei matrimoni. Per questo, a La Paz, una legge impedisce alle donne sposate di bere più di un bicchiere di vino per evitare il rischio di lasciarsi andare.

Qualcosa di simile lo troviamo in Pennsylvania dove, in alcune municipalità, un uomo sposato non può comprare vino e alcolici senza il permesso scritto della moglie. Il vino infatti potrebbe indurre al tradimento.

7. Operazione Pastori Sobri

In Scozia, la pastorizia è una delle forme più antiche, diffuse e rispettate di allevamento. Le leggi che regolano questa attività sono decisamente severe e restrittive. Ad esempio, rischi una multa di £200 o la reclusione per qualche settimana se ti metti a pascolare o a cavalcare le mucche un po’ alticcio o anche solo dopo aver bevuto due bicchieri di vino. Winelover, la pastorizia non fa per voi.

8. No al vino durante le elezioni

Per garantire un voto politico quanto più lucido e segreto possibile, non influenzato dall’alcol, in diversi Paesi è vietato bere bevande alcoliche. La legge più severa è senza dubbio quella norvegese. Nel Paese scandinavo, il giorno delle elezioni e quello precedente, è proibito bere alcolici che abbiano una gradazione superiore al 4,75%. L’elettore, se scoperto, rischia la revoca momentanea del diritto di voto. In pratica, per due giorni solo acqua. Dimenticati il vino.

9. No al vino a Natale

Si sa che nel periodo natalizio e durante la cena o il pranzo di Natale ci si lascia andare a qualche bicchiere in più del solito. Spesso succede nelle nostre case e nei ritrovi con i nostri parenti. In Nuova Zelanda si è corsi ai ripari.

Nella città di Tairua esiste una legge che prevede il divieto di bere alcolici o di servire alcolici in luoghi pubblici tra il 23 dicembre e il 6 gennaio di ogni anno, il periodo delle vacanze natalizie, da trascorrere sobri con le proprie famiglie.

Nel 2017, ha fatto grande scalpore la soluzione pensata da alcuni amanti del vino del posto che, settimanalmente, si incontravano per degustare qualche buona bottiglia nel wine bar della città. Il gruppo di amici si è costruito un’isoletta privata di fango sul fiume Tairua dove potersi riunire per bere vino. I creativi winelover sono stati addirittura premiati dall’amministrazione locale per la loro trovata. Non bastava trovarsi a casa di qualcuno?

10. La legge che ci piace

Dulcis in fundo. Già è proprio il caso di dirlo perché ora vi presentiamo la nostra legge preferita. Siamo ancora in Scozia, la patria del kilt. Ecco, se per caso qualche amico scopre che sotto la gonna locale hai un paio di mutande e non sei nudo, come da tradizione, rischi una multa davvero severa: ti dovrai scolare due pinte di birra (circa 1 litro) o mezzo litro di vino. Piccolo particolare, dovrai farlo in un unico sorso.

Posted in: Curiosità sul vino
  Loading...