Swipe to the right

​Abbinamento Vino e Cotoletta alla Valdostana

By Luca Stroppa 05 dicembre 2019

Abbinamento Vino e Cotoletta alla Valdostana

La cotoletta alla Valdostana è un secondo piatto tipico della regione italiana che dà il nome a questa preparazione. Si tratta di una ricetta che si avvicina ai famosissimi cordon bleu francesi, lontana parente della cotoletta alla milanese e che utilizza il formaggio caratteristico e distintivo della Valle d’Aosta, ovvero la fontina. Il risultato è davvero gustoso e genuino, simbolo della capacità della gastronomia italiana di creare dei veri e propri capolavori culinari attraverso le innumerevoli risorse locali che il nostro Paese è in grado di offrire.

Storia e Curiosità sulla Cotoletta alla Valdostana

L’origine della cotoletta alla valdostana è piuttosto misteriosa e al centro di aspre diatribe. Come spesso accade, questo piatto è il frutto di influenze culinarie provenienti da regioni e Paesi limitrofi, tanto che risulta difficile se non impossibile stabilire una data di nascita certa e condivisa. È altrettanto complicato riconoscere quale delle innumerevoli varianti ha ispirato le altre così come riconoscere un piatto originario.

Proprio per questo, la cotoletta alla valdostana può essere considerata il frutto di una serie di influenze gastronomiche provenienti dal Piemonte, dalla Svizzera e dalla Francia, a partire dal “cordon bleu”, un filetto di carne ripieno di prosciutto cotto e formaggio filante. Erroneamente considerato un piatto francese, il ”cordon bleu” ha origine in Svizzera nella prima parte del XX secolo, anche se preparazioni simili erano conosciute diversi secoli prima.

Tra le ricette che hanno influenzato e sono state influenzate dal “cordon bleu” rientra proprio la cotoletta alla valdostana, un piatto rustico prodotto con ciò che era a disposizione degli allevatori della Valle d’Aosta, abili ad assimilare le risorse locali per creare un piatto tipico e nutriente. Fettine di vitello, prosciutto cotto e il formaggio simbolo di questa regione e originario dell’Alpeggio di Font, ovvero la fontina.

Da qui ha origine il nostro piatto, uno dei tanti capolavori nati dall’arte di sapersi arrangiare con ciò che si ha …

Come e Quando la Cotoletta alla Valdostana

La cotoletta alla valdostana è un secondo piatto ricco e nutriente apprezzato da tutti, grandi e piccini. Puoi dunque utilizzarla come ricetta in diverse occasioni e non ti deluderà.

Prendi delle fettine di vitello, taglia delle fette di prosciutto e affetta la fontina. Inserisci il prosciutto e la fontina tra due fette di vitello. A questo punto passa le fette di vitello ripiene nella farina poi in nelle uova sbattute e infine nel pangrattato.

Intanto fai sciogliere del burro in una padella per poi aggiungere le nostre fette e cuocerle su entrambi i lati. Quando avranno un colore dorato saranno pronte per essere impiattate. Prima però è consigliabile farle riposare su uno strato di carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

Con Quale Vino la Cotoletta alla Valdostana

La cotoletta alla valdostana è un piatto piuttosto consistente in cui si distinguono le note grasse e succulente della fontina e del prosciutto. Questo tipo di preparazione richiede un vino che sappia reggere il confronto e allo stesso tempo pulire il palato dalla grassezza degli ingredienti.

Noi di Wineshop.it ti consigliamo un vino rosso della Valle d’Aosta dai sapori freschi e piacevoli, dalla media struttura, morbido, ricco e concentrato. Il giusto mix per esaltare il gusto della nostra cotoletta.

  Loading...