Rubesco Vigna Monticchio Lungarotti 2008

Rubesco Vigna Monticchio Lungarotti 2008

Un estrema finezza ed eleganza caratterizzano questo grande rosso da invecchiamento, vino di punta di una delle cantine storiche dell'Umbria
Cod. Prod. W812
4.50 su 5 in base a 2 valutazione del cliente

Disponibile

 28,99


Aggiungi alla Wishlist
Mandalo via email ad un amico

Descrizione prodotto

Dettagli

ProduttoreLungarotti
BioNo
TipoRossi
RegioneUmbria
ZonaTorgiano
Denominazione-VitignoTorgiano Rosso Riserva D.O.C.G.
UvaggioSangiovese (70%), Canaiolo (30%)
Annata2008
Gradazione14
BottigliaBordolese
Formato (cl)75
BicchiereBordeaux Grand Cru
Sangiovese e Canaiolo esprimono qui in modo ottimale la loro tipicità relativa al territorio e alla particolare tecnica di produzione. Il vino, fermentato in acciaio e maturato in legno per un anno circa, rimane ad affinarsi in bottiglia per molti anni prima di lasciare la cantina. Ciò gli consente di raggiungere un notevole grado di finezza ed eleganza pur mantenendo precisi caratteri giovanili che gli consentono di crescere ancora per molti anni. Tempi così lunghi sono frutto di una precisa scelta, che va ben oltre i tre anni minimi previsti dal disciplinare. Il forte evidente impegno economico che ciò rappresenta per l'azienda si traduce in un preciso investimento qualitativo: il consumatore infatti avrà con questo vino il vantaggio di acquistare un prodotto di classe già piacevole ed armonico per un consumo immediato, ma il cui grande potenziale di lunga vita ne garantirà il futuro se egli avrà voglia e pazienza di attendere.

Il produttore

Le cantine Lungarotti sono state fondate da Giorgio Lungarotti (recentemente scomparso), uno dei patriarchi dell'enologia italiana. Nei decenni successivi l'ultima guerra egli trasformò la vecchia azienda agraria di famiglia, già nota nella zona per i suoi vini, in vitivinicola specializzata. Valorizzò e potenziò terreni e cantina con tecniche d'avanguardia, la cura del vigneto, la selezione delle uve, la vinificazione, l'affinamento e la ricerca. Assicurando costanza e serietà nella produzione grazie ai propri vini, egli conquistò per la zona di Torgiano una delle primissime D.O.C. (1968) e D.O.C.G. (1990) italiane. Gli oltre 250 ettari di vigneti di proprietà, che assicurano una totale autonomia produttiva delle cantine, negli anni hanno subito ampliamenti, reimpianti e innovazioni in linea con le ricerche più innovative soprattutto dopo l'ingresso in azienda della figlia Chiara Lungarotti, specializzata in viticoltura. A Maria Grazia, mamma di Chiara e storica dell'arte, si deve la realizzazione del Museo del Vino, gestito dalla Fondazione Lungarotti, di cui è direttrice.

L'abbinamento

Si abbina al meglio con arrosti di carni rosse e brasati, selvaggina, formaggi stagionati, minestre e primi a base di carne.

Il servizio

Data la lunga permanenza in bottiglia si consiglia la decantazione in un ampia caraffa per una adeguata areazione e per apprezzarne in pieno la rotondità. Va servito a 16-18 gradi centigradi. Il bicchiere ottimale è il calice di cristallo trasparente, liscio e incolore.

La conservazione

Se ben conservato ha una vita media di circa 30 anni: le bottiglie vanno coricate orizzontalmente in una cantina fresca, umida e buia.

Recensioni

grande rossoRecensito da Elisabetta
Qualità
Dimenticatelo in cantina e quando lo stapperete non crederete al vostro naso! Un bouquet da fuoriclasse, un corpo importante molto elegante ... (pubblicato il 23/05/2016)
un classicoRecensito da Ferdinando
Qualità
vale tutti i soldi spesi! (pubblicato il 31/03/2016)

Scrivi la tua recensione

La tua recensione: Rubesco Vigna Monticchio Lungarotti 2008

Come consideri questo prodotto? *

  1 stella 2 stelle 3 stelle 4 stelle 5 stelle
Qualità
Bicchiere Consigliato
Bordeaux Grand Cru
  Loading...