Rubesco Lungarotti 2013

Rubesco Lungarotti 2013

Un piacevole e giovanile profumo fruttato unito ad un corpo elegante ed equilibrato caratterizzano questo vino rosso prodotto in Umbria da una delle cantine storiche della regione
Cod. Prod. W664
4.50 su 5 in base a 4 valutazione del cliente

Disponibile

 9,79


Aggiungi alla Wishlist
Mandalo via email ad un amico

Descrizione prodotto

Dettagli

ProduttoreLungarotti
BioNo
TipoRossi
RegioneUmbria
ZonaTorgiano
Denominazione-VitignoSangiovese
UvaggioSangiovese (70%), Canaiolo (30%)
Annata2013
Gradazione13.5
BottigliaBordolese
Formato (cl)75
BicchiereChianti Classico
Il Canaiolo aggiunge carattere al corpo generoso del Sangiovese in questo vino il cui colore rosso rubino fa fede al nome. Di giusto corpo, non aggressivo ma elegante ed equilibrato, l'invecchiamento moderato in rovere e l'affinamento in bottiglia gli consentono di raggiungere una felice maturità conservando un piacevole e giovanile fruttato. Rubesco è senza dubbio il più conosciuto dei vini Lungarotti, il suo nome proviene dal latino "rubescere" che significa "arrossire".

Il produttore

Le cantine Lungarotti sono state fondate da Giorgio Lungarotti (recentemente scomparso), uno dei patriarchi dell'enologia italiana. Nei decenni successivi l'ultima guerra egli trasformò la vecchia azienda agraria di famiglia, già nota nella zona per i suoi vini, in vitivinicola specializzata. Valorizzò e potenziò terreni e cantina con tecniche d'avanguardia, la cura del vigneto, la selezione delle uve, la vinificazione, l'affinamento e la ricerca. Assicurando costanza e serietà nella produzione grazie ai propri vini, egli conquistò per la zona di Torgiano una delle primissime D.O.C. (1968) e D.O.C.G. (1990) italiane. Gli oltre 250 ettari di vigneti di proprietà, che assicurano una totale autonomia produttiva delle cantine, negli anni hanno subito ampliamenti, reimpianti e innovazioni in linea con le ricerche più innovative soprattutto dopo l'ingresso in azienda della figlia Chiara Lungarotti, specializzata in viticoltura. A Maria Grazia, mamma di Chiara e storica dell'arte, si deve la realizzazione del Museo del Vino, gestito dalla Fondazione Lungarotti, di cui è direttrice.

L'abbinamento

E' un vino perfetto sia per la buona tavola di tutti i giorni che per piatti di alta cucina. Ottimo con pasta o risotto, bistecche, arrosti di carni bianche e rosse, barbecue e naturalmente formaggio. Per il suo corpo moderato è eccellente anche nella preparazione di salse.

Il servizio

Va servito a 16-18 gradi centigradi. Il bicchiere ottimale è il calice di cristallo trasparente, liscio e incolore.

La conservazione

Pur non essendo un vino da invecchiamento, si avvantaggia della permanenza in bottiglia purchè non superi i 5-6 anni. Le bottiglie vanno conservate coricate orizzontalmente in una cantina fresca, umida e buia.

Recensioni

buonissimoRecensito da Roberta
Qualità
Bevuto insieme alle amiche, accompagnandolo ad un piatto di maccheroni al ragù, sempre buono (pubblicato il 07/05/2018)
Non delude maiRecensito da Grazia
Qualità
Ho preso differente annate nel corso degli ultimi anni e ha sempre mantenuto il suo perchè, questa del 2012 mi ha stupito particolarmente.. Ottimo, continuerò a comprarlo. (pubblicato il 16/05/2017)
classicoRecensito da Giulia
Qualità
Un classico sempre verde, ho bevuto l'annata 2012 e l'ho trovata ottima, chapeau! (pubblicato il 20/09/2016)
OttimoRecensito da Danilo Portoso
Qualità
Ottimo vino qualita'/prezzo (pubblicato il 31/05/2016)

Scrivi la tua recensione

La tua recensione: Rubesco Lungarotti 2013

Come consideri questo prodotto? *

  1 stella 2 stelle 3 stelle 4 stelle 5 stelle
Qualità
Bicchiere Consigliato
Chianti Classico
  Loading...