Sicilia: isola grande e isole piccole

Giuseppe Androne

Il nostro sommelier per la Sicilia è Giuseppe Androne

Giuseppe è laureato in lettere e Sommelier Professionista A.I.S., lavora come consulente ed è delegato A.I.S. per Messina Jonica-Taormina.

Hai bisogno di informazioni più approfondite sui vini della Sicilia?
Hai domande, dubbi, chiarimenti?
Scrivi a Giuseppe all'indirizzo g.androne@wineshop.it

Le tradizioni vitivinicole siciliane si possono far risalire a circa 3000 anni fa: prima i fenici, poi i greci, poi gli antichi romani, tutti i popoli che hanno abitato nel corso dei secoli l'isola si sono cimentati nella pratica enologica, aiutati anche dal fatto che qui la vite trova uno degli habitat più favorevoli grazie al clima caldo e ventilato. Oggi la Sicilia è in assoluto la regione italiana che produce più vino. Molto di questo vino viene commercializzato sfuso per tagliare i vini più deboli del nord Italia o di altre regioni: da qui il detto "in ogni vino italiano scorre sangue siciliano". Accanto a questa produzione di massa però sono nati piccoli produttori che fanno della qualità la loro bandiera e grazie alle condizioni ambientali estremamente favorevoli riescono a dare alla luce delle vere e proprie perle enologiche. Vediamo quali sono le zone vinicole principali.

Nella punta estrema ad ovest dell'isola si sviluppa la zona di Trapani che comprende anche l'isola di Pantelleria situata a circa 100 chilometri dalla costa siciliana. E' questa la zona di produzione del famoso vino Marsala che prende il nome dalla città omonima: di origine romana, affinato molti secoli dopo dagli spagnoli e diffuso in tutto il mondo dagli inglesi sul finire del XVIII secolo, può essere bianco o rosso, secco, amabile o dolce. Negli anfratti di Pantelleria, al riparo dai venti che soffiano impetuosi, si coltiva invece un vitigno di origine araba, lo Zibibbo, le cui uve poste ad essiccare al sole dagli schivi e orgogliosi vignaioli di questa piccola isola, danno origine al raro Moscato Passito di Pantelleria, vino da meditazione dal colore ambrato e dal profumo delicato.

Nella punta a nord est dell'isola si estende la zona di Messina che comprende anche l'arcipelago delle Eolie. E' nelle piccole isole di Salina e Stromboli che si produce uno dei vini più antichi e nobili di Italia: la Malvasia delle Lipari. Ottenuto dal vitigno autoctono omonimo, coltivato con grande fatica tra le aspre rocce di origine vulcanica, ha colore giallo ambrato e profumo aromatico caratteristico.

Infine nella punta a sud est dell'isola si sviluppa la zona di Ragusa dove si produce uno dei vini più interessanti del panorama enologico siciliano: il Cerasuolo di Vittoria. Il colore caratteristico rosso ciliegia e la città di Vittoria hanno dato origine al nome. E' un vino robusto e caldo che bene si abbina con la cacciagione e soprattutto con i cibi piccanti tipici delle regioni calde come la Sicilia.

Clicca su una delle zone vinicole evidenziate sulla cartina per scoprire i vini della regione

Sicilia
  Loading...