Perdaudin Passito Negro 2010 (37.5 cl)

Perdaudin Passito Negro 2010 (37.5 cl)

Un profumo ampio e sorprendente, netto di frutta matura come pera, ribes e castagna ed un retrogusto che ricorda la vaniglia, il tabacco, l'anice e la liquirizia caratterizzano questo grande vino bianco da dessert prodotto nel cuore del Roero da una delle aziende storiche della regione.
Cod. Prod. W349
5.00 su 5 in base a 1 valutazione del cliente

Disponibile

Prezzo di listino: € 23,58

Prezzo speciale:  21,22



Aggiungi alla Wishlist
Mandalo via email ad un amico

Descrizione prodotto

Dettagli

ProduttoreNegro
BioNo
TipoDessert
RegionePiemonte
ZonaRoero
Denominazione-VitignoArneis
UvaggioArneis 100%
Annata2010
Gradazione15.5
BottigliaBorgognona
Formato (cl)37.5
BicchiereSauternes
L'origine di questo vino sta nella perfetta combinazione tra l'uva del vitigno Arneis, il microclima ed il terreno della vigna "Perdaudin" guidati dalla mano intelligente del viticoltore. La raccolta dei grappoli avviene nel cuore di settembre, poco prima della vendemmia dell'Arneis: questo permette di selezionare i grappoli spargoli e più sani, che vengono portati in azienda e riposti sui graticci ad appassire. Durante l'inverno viene fatta la pressatura, dalla quale si ottiene un mosto denso e molto ricco di zucchero. Nelle barriques di Allier avviene la fermentazione, che procede lentamente e dura anche 6-7 mesi. A novembre-dicembre dell'anno dopo il Perdaudin Passito viene imbottigliato e la commercializzazione ha inizio nel marzo ancora successivo. Il colore è quello dell'oro, reso più caldo da frequenti riflessi ambrati; il profumo è ampio e sorprendente, netto di frutta matura come pera, ribes e castagna; il sapore è rotondo, intenso e corposo, con un retrogusto ricchissimo di sentori che ricordano la vaniglia, il tabacco, l'anice e la liquirizia.

Il produttore

Ci sono precisi riferimenti storici alla base di questa azienda agricola con sede a Sant'Anna di Monteu Roero: vecchi registri conservati negli archivi storici del municipio di Monteu Roero testimoniano che già nel 1670 il figlio del defunto Audino, Giovanni Domenico Negro, era proprietario di una casa con forno, aia, cantina e viti nella stessa zona dove è situato oggi il vigneto ed il podere "Perdaudin" e dove per secoli questa famiglia ha sviluppato la sua attività viticola. Da quel momento la famiglia Negro ha continuato a coltivare con lo stesso entusiasmo e la medesima professionalità le sue vigne, ricavandone ogni anno grappoli preziosi e vini gradevoli. Il Roero, il territorio dove si trova l'azienda Negro, è un insieme di fattori essenziali per la qualità dei vini. Il clima è temperato-freddo, caratterizzato da buone escursioni termiche e da una umidità relativa minore rispetto alle zone vicine. Il terreno, costituito da residui fossili marini, è composto dal 20% al 40% di sabbia, da una buona percentuale di calcare e poca argilla: il che conferisce al suolo una struttura leggera e permeabile. I vini che nascono in questo territorio acquisiscono profumi marcati ed una struttura complessa, anche se non pesante, ma con una precisa ed inconfondibile personalità. Presso la Cascina Riveri, in frazione Sant'Anna, sono situate le cantine, tecnologicamente attrezzate in modo scrupoloso, pur nel rispetto dei riferimenti più sicuri della tradizione. Il risultato di questo connubio tra tecnologia e tradizione è la produzione di vini gradevoli, impeccabili dal punto di vista qualitativo, ricchi di una personalità spiccata, con profumi intensi e strutture complesse, capaci di conquistare consensi in Italia e nel mondo intero.

L'abbinamento

A tavola trova la giusta compagnia nella frutta secca, nei dolci di buona struttura, nei formaggi stagionati o erborinati, ma non va trascurata la simpatica possibilità di consumarlo, da soli o in compagnia, come vino da meditazione.

Il servizio

Servire a 14-16 gradi centigradi in un calice di cristallo trasparente, liscio e incolore.

La conservazione

Se ben conservato ha una vita media di 7-10 anni: le bottiglie vanno coricate orizzontalmente in una cantina fresca, umida e buia.

Recensioni

Vero piemonteseRecensito da Luca
Qualità
Finalmente ho assaggiato un buon passito del nord. Non avremo il sole della Sicilia ma i passiti noi piemontesi li sappiamo fare eccome. Un vino non piacione, un vino autentico che si assapora sorso per sorso e non e’ mai stucchevole. (pubblicato il 06/03/2018)

Scrivi la tua recensione

La tua recensione: Perdaudin Passito Negro 2010 (37.5 cl)

Come consideri questo prodotto? *

  1 stella 2 stelle 3 stelle 4 stelle 5 stelle
Qualità
Bicchiere Consigliato
Sauternes
  Loading...