Aglianico del Vulture Vignali Cantina di Venosa 2013

Aglianico del Vulture Vignali Cantina di Venosa 2013

Profumo vinoso e delicato che ricorda vagamente la viola ed i frutti di bosco caratterizzano questo vino secco rosso prodotto nel cuore della Basilicata da una cooperativa attenta alla qualità.
Cod. Prod. W363
5.00 su 5 in base a 1 valutazione del cliente

Disponibile

Prezzo di listino: € 8,11

Prezzo speciale:  7,30



Aggiungi alla Wishlist
Mandalo via email ad un amico


Descrizione prodotto

Dettagli

ProduttoreCantina di Venosa
BioNo
TipoRossi
RegioneBasilicata
ZonaVulture
Denominazione-VitignoAglianico del Vulture D.O.C.
UvaggioAglianico 100%
Annata2013
Gradazione14
BottigliaBordolese
Formato (cl)75
BicchiereChianti Classico
Originariamente il vitigno di uva rossa che oggi si coltiva sulle pendici vulcaniche del Vulture in Basilicata era denominato Hellenico poiché proveniva dalla Grecia. Il suo nome, con l'andar del tempo, si è trasformato in quello assai più noto di Aglianico. Ormai tipico della terra lucana, il vitigno Aglianico produce quella qualità di uva che vinificata dà un vino delicato e profumato al quale dal 1971 è riconosciuta la denominazione di origine controllata di Aglianico del Vulture. Tra i vini è uno dei pochi ad aver avuto nel tempo continui riconoscimenti. Già Orazio, poeta latino nato a Venosa nel 65 a.C., declamava che l'Aglianico, misurato col cervello e bevuto con il cuore, dona alla vita conforto, gioia e fiducia. E a Orazio, secoli dopo, facevano eco gli apprezzamenti di Carlo I d'Angiò e di Papa Paolo III Farnese alle cui mense il vino Aglianico era di casa. Si ottiene da uve raccolte a mano verso fine di ottobre da vigneti allevati a spalliera (gouyot). La fermentazione del mosto avviene a temperatura controllata, con macerazione delle bucce. L'affinamento avviene in botti di rovere per 12 mesi. Si riconosce per il colore rosso rubino che tende a riflessi arancioni dopo l'invecchiamento. Il profumo è vinoso e delicato e ricorda vagamente la viola ed i frutti di bosco. Il sapore è asciutto, sapido, fresco ed armonioso, tende al vellutato con l'invecchiamento.

Il produttore

La Cantina Cooperativa Riforma Fondiaria di Venosa è nata nel 1957 ad opera dell'ex Ente di Riforma di Puglia, Lucania e Molise. Si è dotata di un proprio stabilimento nel 1965 e di un secondo nel 1985. Entrambi gli stabilimenti sono serviti di un'unica isola pigiante ed hanno una capacità complessiva di lavorazione di 60'000 quintali di uva. Attualmente la cooperativa conta di circa 500 soci, residenti nei comuni di Venosa, Ginestra, Ripacandida, Maschito e Montemilione, che sono i principali garanti della qualità e genuinità del prodotto.

L'abbinamento

Si accompagna a piatti di carne, cacciagione ed arrosti.

Il servizio

Va servito a circa 15-17 gradi centigradi avendo l'accortezza di scaraffarlo almeno due ore prima. Il bicchiere ottimale è la coppa di cristallo trasparente, liscio ed incolore.

La conservazione

Se ben conservato ha una vita media di 5-8 anni: le bottiglie vanno coricate orizzontalmente in una cantina fresca, umida e buia.

Recensioni

molto buonoRecensito da Eleonora
Qualità
Pur essendo il vino base della cantina di venosa è un ottimo rosso, molto profumato e dotato di un buon corpo, ottimo rapporto prezzo qualità (pubblicato il 28/11/2015)

Scrivi la tua recensione

La tua recensione: Aglianico del Vulture Vignali Cantina di Venosa 2013

Come consideri questo prodotto? *

  1 stella 2 stelle 3 stelle 4 stelle 5 stelle
Qualità
Bicchiere Consigliato
Chianti Classico
  Loading...